I FUNGHI E L’AUTUNNO.. AIUTANO LE DIFESE IMMUNITARIE E CI LIBERANO DAL COLESTEROLO - nutrizionistafedericabombarda.it
1042
post-template-default,single,single-post,postid-1042,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive

I FUNGHI E L’AUTUNNO.. AIUTANO LE DIFESE IMMUNITARIE E CI LIBERANO DAL COLESTEROLO

I funghi fanno parte di un regno a sé, non sono quindi ortaggi, anche se presentano in comune molti aspetti nutrizionali. Crescono un po’ ovunque ma come ben sappiamo non sono tutti commestibili, i preferiti delle nostre tavole sono i porcini, i chiodini e gli champignon.

Ogni specie ci fungo ha piccole differenze di proprietà nutrizionale ma che si discostano di poco.
I funghi freschi contengono molta acqua circa l’80%, anche se dipende dalle condizioni atmosferiche in cui crescono e il metodo di lavorazione una volta raccolti.
Hanno un buon contenuto di fibre alimentari in particolare emicellulosa, chitina e pectine; queste ultime sono fibre solubili caratterizzate da una spiccata idrofilia, riescono cioè ad assorbire molto acqua e a formare una sostanza gelatinosa con notevoli proprietà. Queste pectine conferiscono sazietà perché rallentano lo svuotamento gastrico; facilitano l’eliminazione degli acidi biliari e ridicono l’assorbimento e la produzione di colesterolo.

I funghi contengono solo acidi grassi essenziali in piccole concentrazione tra cui l’acido linoleico. Vantano inoltre un apporto di proteine a medio valore biologico, cioè contengono TUTTI gli aminoacidi essenziali per il nostro corpo, ma non sono perfettamente bilanciati in quantità come possono essere nel pesce, nella carne e nelle uova.

La presenza di minerali dipende tantissimo dal terreno in cui sono nati e dal tipo di fungo, ma in generali possiamo dire che contengono buone quantità di selenio, calcio, manganese, fosforo e ferro. Come vitamine troviamo la vit B12 che solitamente è assente nei vegetali.

I funghi hanno la peculiarità di contenere molti composti antiossidanti tra cui acidi organici (ossalico, succinico, malico) in combinazione con alcaloidi, fenoli e tocoferoli.
Sono inoltre soggetti a parecchi studi per i suoi componenti antibatterici, antivirali e antinfiammatori. La natura infatti ci regala questi preziosi alimenti proprio nel cambio di stagione tra estate e autunno, quando abbiamo bisogno di rafforzarci. Nulla è per caso in natura!!

In questo periodo è ideale consumare quelli freschi, anche se le loro proprietà nutrizionali sono mantenute anche dopo l’essiccazione.

Quindi sapete cosa vi dico? Io mi faccio un bel risottino con i funghi



Per avere maggiori informazioni contattaci


Ho letto e accetto la Policy Privacy